Archivi tag: pay per click

Search Engine Marketing, 3 parole a proposito (che non sono sole-cuore-amore)


            Image and video hosting by TinyPic

Qualche post fa abbiamo sfiorato l’argomento pay per click .

Oggi lo riprendiamo, inserendolo in un contesto più ampio.

La grande Mamma si chiama Search Engine Marketing, ovvero quell’insieme di metodologie volte a migliorare il posizionamento di un sito all’interno delle pagine dei motori di ricerca. E si sa che rendersi visibili nella marmaglia internettiana è affare ben arduo.Ora, questo schema si propone di dare agilmente un’idea all’architettura complessa della situazione.Image and video hosting by TinyPic   

Con gli occhi un po’ intrecciati si arriva alla conclusione. Se vi state grattando la testa e lo sguardo è un punto interrogativo vi capisco.

Il succo del discorso, spicciolo spicciolo, è

-definisci chi sei, cosa vuoi, come desideri che gli altri ti vedano-che se si vuole la rintracciabilità del proprio sito, non ci si può affidare a parole chiave prese “al chilo” (il modello casalinga che va alla coop con la lista della spesa non vi salverà)

-che la qualità del prodotto deve essere spalmata su un sito impeccabile, comprensibile, navigabile. Contenuti lucidi e compatti, offerta deluxe.

-dietro un sito impeccabile, ci vuole una promozione argutissima. Un onomatopea di ciò che siete.

 

-Non ultimo, un’analisi dettagliata di questi fattori vi porterà a migliorarvi, sempre e costantemente.

 Questo è quanto. Arduo. Fortuna che ci può rivolgere a persone specializzate nel settore, che mettono dalla loro esperienza e competenza, capaci di indirizzare l’offerta verso una popolazione di compratori attivi. C’è poi la creatività, che si sa non è cosa facile neanche quella. Ma quando si trova, è veramente piacevole da gustare. Come nel caso di questo video, che spiega secondo un ottica viral (di passaparola) come vendere saponi (lo so, non sembra molto chiaro.. la visione lo è)


Sigla cerca di fare tutto questo.Con un marketing avvolgente, dei messaggi mirati, e, diciamolo, un prodotto qualitativamente/economicamente aggressivo.  Con un sistema esperto alle spalle, come la figura di Nicola Briani, Web Marketing Consultant,  (che potrete trovare anche al forum di Pluribus). Con piccole tecnologie che crescono, come l’apertura di questo blog, piccolo bar per gli assetati di cosa c’è di nuovo.

E vi dirò di più: the best is yet to come!      

1 Commento

Archiviato in ecommerce, pay per click, pluribus, preparare l'impresa, search engine marketing, sigla, Software gestionali, viral adv, web 2.0, youtube (video è bello)

Nuove forme di comunicazione


         Image and video hosting by TinyPic
Avere a che fare con il mondo della pubblicità/marketing è lotta quotidiana. Ci si sveglia sperando di accaparrarsi grosse fette di torta dal magico forno del mondo aziendale. Si vive tra tentativi di approccio, analisi di mercato, punti di vista, genialate, banalità.

Il guaio è che mentre noi pensiamo, viviamo la diatriba tradizione vs innovazione, il mondo intorno a noi si evolve a ritmi allucinanti. Il risultato è che il grosso plumcake si sbriciola sul  tavolo, e noi lì con l’aspiratutto a cercare di raccogliere pezzetti. L’offerta è pluriparcellizzata, i competitors aggressivi. In più il mondo internet fa il bello e il cattivo tempo, spia e lascia spiare.

La morale è che ci si scopiazziamo tutti a vicenda. E non è bello.
                          Image and video hosting by TinyPic

In principio era “content is the king“. Ma lo è ancora? C’è chi dice no, e non è Vasco Rossi.

Io credo fermamente nel binomio poche cose dette bene. Il buon comunicatore è un artigiano di parole, le sceglie oculatamente, poi le dà in pasto all’audience. Il segreto è concentrare tutto in un concetto. Una piccola idea dai grandissimi potenziali. Forse è più giusto dire “concept is the king”. E allora, bisogna avere fantasia. Spremersi le meningi.

Visto che i budget non sono tutte le volte principeschi, ecco qui 7 idee marketing low cost. E un altro intervento veramente utile per braccine forzatamente corte.

Che già riuscire a pianificare e comunicare con successo piccole realtà è un grande obiettivo per tutti noi. Nel caso Sigla++, far percepire la sicurezza della scelta, e il valore aggiunto della vostra personalità preparata, è gran cosa. In auge ultimamente è l’attività di pay per click . Il pay per click consente di ottimizzare al massimo gli investimenti. Se l’utente clicca sul tuo sito, paghi, altrimenti rimani lì, pronto all’uso. Ciò consente di avere ampia visibilità, e una buona possibilità di nuove entrate.
Sigla ha abbracciato questa strategia di supporto, e devo dire che sta dando buone soddisfazioni. Col pay per click si atterra direttamente in questa landing page Pluribus


Per finire, siccome mi piace strizzare l’occhio alla contemporaneità, esempi eclatanti di marketing alternativo.
            
Tanto per gradire.
Image and video hosting by TinyPic
Cartellone di un’agenzia di pompe funebri, metro di Londra.

E questo famosissimo video coca+mentos, che ha fatto il giro del mondo. Un’idea 0 cost dal risultato esplosivo, che in termini di fatturato e visibilità non può che aver giovato alle due già ultraleader companies

1 Commento

Archiviato in ecommerce, pay per click, preparare l'impresa, sigla, web 2.0