Archivi categoria: social network

SIGLA VERSIONE CLOUD


 

A partire dalla versione 4.12.0 è disponibile una specifica versione di SIGLA Ultimate che utilizza un nuovo sistema di gestione della licenza basato sul Cloud (nel seguito indicato brevemente licenza cloud). Questa versione di SIGLA può essere utilizzata solo in ambiente terminal services.

Il nuovo modello di licenza, che utilizza la logica delle licenze concorrenti, prevede che l’autorizzazione all’esecuzione di SIGLA o del programma di Configurazione sia ottenuta attraverso il colloquio con un apposito web server di Delta Phi SIGLA srl.

Il colloquio tra gli applicativi e il server delle licenze, pubblicato attraverso il servizio di Cloud Computing di IBM, avviene tramite appositi web services ed è pertanto necessario che l’application server disponga di una connessione internet attiva .

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito Deltaphi, sezione tecnica.

a.innocenti@deltaphi.it

 

Lascia un commento

Archiviato in cloud computing, Eventi, IBM, microsoft, sigla, SIGLA Ultimate, SIGLA Wiki, smau, social network

Presentazioni Webcast Deltaphi IBM SMART Cloud Enterprise


 

Lascia un commento

Archiviato in cloud computing, microsoft, sigla, SIGLA Ultimate, social network, web 2.0

PRESENTAZIONE IBM AL SIGLA CONVIVIUM 2012 – Rethink IT. Reinvent business.


Lascia un commento

Archiviato in cloud computing, Economia, Eventi, Eventi Microsoft, microsoft, sigla, SIGLA Ultimate, SIGLA Wiki, social network, Software gestionali, web, web 2.0, wifi

Link per richiedere i biglietti per SMAU Padova 18/19 Aprile – GRATIS


 

 

Per richiedere i biglietti per SMAU Padova 18 e 19 Aprile, clicca qui.

a.innocenti@deltaphi.it

 

Lascia un commento

Archiviato in SIGLA Ultimate, smau, social network

Pubblicità: il Web sta crescendo…..


Oramai non ci ricordiamo neanche più le nostre facce ed i nostri gridi di stupore quando la televisione a colori
a fatto il suo ingresso nelle nostre case….tutto un altro mondo.
La pubblicità scorreva, scorre e forse continuerà a scorrere sugli schermi Display Advertising: colori, musiche…slogan tormentoni divenuti consuetuni, fino ad arrivare alle “STAR”. Calciatori, veline, attori….diventati i promotori di cibo, abbigliamento, auto. I brand vengono memorizzati con il volto del personaggio dei gossip.

La vecchia reclame è entrata nella nostra vita attraverso lo schermo televisivo.
Oggi le sue percentuali di crescita sono stabili rispetto a quello della pubblicità on line.
E’ vero il web è il nuovo media per vendere, per informare, per far conoscere e per conoscersi.

Image and video hosting by TinyPic

L’advertising online viene sviluppata con strumenti come le mail, sms a cellulari, quindi il mobile adverting seguendo l’onda del successo di iPhone e Smartphone aumenterà progressivamente il suo impatto su tutti i segmenti dei media mentre la trasformazione digitale continua a espandersi e a intensificarsi”.

L’incerto quadro economico non ha rallentato il ritmo del cambiamento mediatico.
Al centro di questa progressione ci sono l’utente-consumatore e l’accresciuta possibilità di impiego del web considerando le varie fasce di età. Non dimentichiamoci del ramo dei social network che stanno ipnotizzando le nostre menti.

Le grandi aziende di advertising hanno l’obiettivo di tracciare la potenziale audience pubblicitaria misurando il “rumore” che suscitano determinati brand all’interno di Facebook, per esempio.

Lascia un commento

Archiviato in google, informazione, innovation technology, iphone, nuovi media, pubblicità, social network, Uncategorized, web 2.0

Office 2010…che novità!


Image and video hosting by TinyPic

Microsoft Office 2010 è stato annunciato via web con un’euforico entusiamo: la novità è

“on line”

Innegabili le novità per lavorare in modo più agevole e rapido.

E poi la possibilità di avere alcuni applicativi fruibili online (Web Apps) e quindi di salvare i propri documenti “nella nuvola” del web piuttosto che su un pc fisico.
In tal modo altri utenti, anche contemporaneamente e con interfacce diverse,  ad esempio uno smartphone, potranno visualizzarli ed eventualmente lavorarci.

Office Web Apps permette di accedere ovunque ai documenti personali e di lavoro.

E non dimentichiamo la nuova veste di Outlook, ribattezzato Outlook Social Connector, che rende possibile la condivisione via Windows Live, Skydrive e, qui è la novità, anche a Linkedin, Myspace e Facebook. Un vero portale per la comunicazione in stile social network, che funziona piuttosto bene perché assicura l’aggregamento dei contatti, siano essi inerenti alla rubrica o community. Ancora i messaggi ora sono organizzati sotto forma di chat, mentre (finalmente) il client e-mail è molto meno massiccio rispetto al passato, per essere funzionante persino sui netbook.

La suite Office è stata adeguata anche al mondo del web 2.0 e dei software come servizio fruibile online in stile con applicazioni “Web Apps”, disponibili tramite Windows Live, che non richiedono installazione di software aggiuntivo e possono essere utilizzate anche in un Pc in cui non è installato Microsoft Office.

Il timore è che molti potranno considerare la versione 2010 un semplice aggiornamento,
ma la casa di Redmond vuole smentire tutti e sfidare Google Docs, così definito “rinfrescante rispetto ai costosi e laboriosi upgrade cui sono stati abituati i tecnici IT”.

Si nota subito che il pacchetto è nuovo, fermo restando le linee base, ma il bello del nuovo Office è la sua doppia natura online e offline.
La nuova release per adesso è disponibile per le aziende e da giugno sarò disponibile anche per il grande pubblico.

Attendiamo un po’ di tempo per i commenti veri…………….quelli del pubblico “spietato”.

Lascia un commento

Archiviato in google, innovation technology, microsoft, Office 2010, social network, web 2.0

SIGLA Ultimate “Un modo rivoluzionario di gestire la tua impresa”


 

Tanta attesa e trepidazione….il XIII Forum Pluribus ha rappresentato il trampolino di lancio di SIGLA Ultimate,

la nuova versione di SIGLA.

Detto così sembra poca cosa.

Il messaggio che è stato annunciato il 3 Aprile, non è tanto il fatto che SIGLA, oltre a cambiare il nome ed a presentare

nuove funzionalità interessanti, è di comprendere il nostro gestionale non solo come un prodotto software di contabilità,

ma un metodo…

Un “qualcosa” che ci permette di cambiare il modo di vedere le cose all’interno della nostra piccola azienda.

Non solo macchinari e capitale, ma anche le persone e con esse la conoscenza e l’informazione che diventa patrimonio intangibile dell’azienda. Soprattutto dati, competenze e informazioni di varia natura che possiamo organizzare e gestire nel miglior modo per rendere la piccola impresa competitiva.

Le parole non sono sufficienti a spiegare il concetto di knowledge management, che è alla base di SIGLA Ultimate.

Per comprenderlo ti invito a guardare le presentazioni del Forum Pluribus.

Buona Visione!

Lascia un commento

Archiviato in business intelligence, microsoft, Microsoft Vista, pluribus, sigla, social network, web 2.0, youtube (video è bello)

Pubblicità online


 Image and video hosting by TinyPicInternet, pur registrando una piccola flessione, rappresenta lo stendardo della pubblicità.
Infatti l’online sta acquistando sempre più peso rispetto ai tradizionali media, come stampa e tv.
La crisi economica non tralascia neppure l’advertising su internet: le aziende dovranno rivedere i propri investimenti in pubblicità mese per mese. Ma la rete è un mezzo pubblicitario che costa meno e registra un elevato rendimento (veicolare un contenuto sul web significa moltriplicare per dieci la sua diffusione).
Gli Stati Uniti rappresentano il paese pioniere che ha intrapreso questa strada, dove non esiste il confine fra pubblicità e informazione. E naturalmente gli investimenti del presidente Obama nella banda larga ne sono un trampolino agevolato.
E l’Italia?
Noi Italiani eravamo abituati al carosello, che ” teneva svegli i bimbi fino a tardi”. E’ questo che siamo abituati a sentirci raccontare dai nostri genitori e nonni. Forse è proprio questo tradizionalismo che ci lacia in un angolo di perplessità e titubanza. Qualcuno addita alcune ragioni ad ostacolo, come l’età ultra quarantenne della nostra classe manageriale e il limite delle infrastrutture alla banda larga.

La Nielsen Online (nota società di analisi) ha reso noto numeri e percentuali esaminando il periodo novembre 2007-novembre 2008 ha registrato un calo del 4,2%, ed è difficile una stima per il 2009,ma il settore annovera un tasso di crescita annuale del 13,9%.

Lo scenario è positivo, gli analisti sono fiduciosi e gli inserzionisti Upa sono attratti dal web advertising, come leva indispensablie e irrinunciabile per affrontare il nuovo marketing.

Lascia un commento

Archiviato in pubblicità, social network

2009 crisi economica e marketing


L’anno della crisi, il 2009, sembra mettere un’ombra anche sulle leve del marketing:
1- il brand dell’azienda
2- target di clienti con bisogni espressi         
3- far emergere un bisogno inesistente

Image and video hosting by TinyPic

I canali tradizionali istituzionali e monodirezionali (tv, giornali, radio,ecc) risultano incidere troppo sui budget aziendali, ed allora come fare? stare senza pubblicità significa non vendere, non stimolare bisogni che il prodotto X od il servizio Y possono soddisfare, ed allora, la crisi prende davvero il sopravvento….?

Non dobbiamo farci assalire dalle fobie della parola crisi, al nostro fianco abbiamo l’amico Internet (che crea
sonnambulismo nelle buone casalinghe), e quindi le nostre 4 P (Prodotto, Prezzo, Place – Distribuzione, Promotion)
rientrano in aziende e cambiano un po’ il loro aspetto.
La rete è infatti il principale fornitore di informazioni: quotidianamente con motori di ricerca cerchiamo risposte ai nostri problemi e poi ci sono i social networks.

Dobbiamo muoversi attraverso internet che ha un costo irrisorio, non disturba l’aspetto finanziario e le stesse PMI
possono fare marketing. Un piccolo sito, una mail, qualche parola che possa essere ripescata nelle ricerche internettiane è un modo per affermare il proprio brand, creare associazionismo e dare una risposta al bisogno umano.

Se nessuno se ne fosse ancora accorto, Pluribus già ha intrapreso con successo questa strada,  e continuerà a valorizzare al massimo gli strumenti della rete per il suo marketing.

Lascia un commento

Archiviato in google, pubblicità, social network

Facebook: Sito in crescita da gestire


Image and video hosting by TinyPic

Si tratta di un sito di social networking che cresce ogni giorno, si parla di 2 Terabyte di dati. Le cifre colossali sono dovute anche alle immagini e video che gli utenti caricano su questo sito.

In Facebook non c’è nulla di più normale nel gestire 600 mila nuove adesioni giornaliere. Con questo tasso di crescita a marzo FB potrebbe rapidamente arrivare a dovere gestire 200 milioni di utenti. Ricordiamo che in italia nel 2008 il tasso di crescita degli utenti Facebook è stato del 2900%

Ma la gestione di grandi numeri non è per niente semplice!
Infatti il problema delle Internet Company è la scalabilità del data center, riuscire a trovare un modello di sviluppo sostenibile con la crescita giornaliera di bits and bytes e di numero di utenti.

La partecipazione degli utenti è la vita dello stesso Facebook, si tratta di un servizio web 2.0, dove gli internauti si scambiano informazioni, contatti, intraprendono un processo di conoscenza reciproca e producono contenuti.

Il tutto fino a quando un nuovo sito di società non prenderà il posto di Facebook ed i conti dovranno esser fatti per un nuovo “social face”.

Lascia un commento

Archiviato in pluribus, social network