Archivi categoria: nuovi media

Windows to Go, Windows 8 anche su chiavetta USB


Microsoft annuncia una nuova modalità di utilizzo del nuovo sistema operativo Windows 8, dedicato a piccoli uffici e ai professionisti.

L’ambiente che si crea, utilizzando la chiavetta USB, è completamente “staccato” da quello che risiede nel pc. Il sistema si avvierà e sarà autonomo senza la necessità di intervenire sui file presenti sul disco fisso del pc.

Direi che comunque non è una cosa nuovissima, dato che noi circa due anni fa, abbiamo lanciato SIGLA Start Easy go!, la versione su chiavetta del nostro gestionale.

Come il sistema operativo di Microsoft i due ambienti, la chiavetta e il pc, convivono senza nessuna interazione.  Inoltre i dati dell’azienda vengono salvati direttamente sulla chiavetta USB senza lasciare nessuna traccia sul disco fisso, anche se consigliamo un salvataggio ogni tanto.

a.innocenti@deltaphi.it

Lascia un commento

Archiviato in IBM, Microsoft Vista, milano expo 2015, Non Conventional Marketing, nuovi media, Office 2010, office 365, Seven, Windows

Rilascio release 4.11.5 e 3.28.5


Dalla data odierna sono disponibili le versioni 4.11.5 di SIGLA Ultimate/Start Edition e 3.28.5 di SIGLA/START v3.

Il file rel4115.zip contiene il file rel4115.txt con l’elenco delle implementazioni realizzate, la versione aggiornata del file ComunicazioneOperazioniIVA.pdf con i dettagli operativi della procedura di gestione della Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 DL 78/2010) e il file ScanInsViewer.pdf con i dettagli del nuovo programma di acquisizione ottica A4.

* Principali novità applicative
– gestione delle note di variazione riferite ad anni precedenti nell’elaborazione del file per l’invio telematico della Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell’IVA (art. 21 DL 78/2011);
– aggiornamento del programma di gestione dell’acquisizione ottica A4 (SOLO VERSIONE 4)
– collegamento a file PDF nelle anagrafiche e in immissione dati (SOLO VERSIONE 4)

Cogliamo l’occasione per ricordare che nella Comunicazione dell’anno d’imposta 2011 è necessario inserire anche le eventuali note di variazione riferite a fatture già comunicate in quella relativa all’anno d’imposta 2010 o non comunicate ma che per effetto della nota in aumento superano la soglia prevista.
Inoltre i corrispettivi relativi all’anno d’imposta 2011 devono essere inseriti nella Comunicazione da trasmettere nel 2012 solo relativamente al periodo di effettuazione 1/7/2011 – 31/12/2011.

Il nostro sito internet è in corso di aggiornamento per consentire il download del prodotto, che sarà possibile dal seguente URL:
http://www.deltaphi.it/go?aggiornamenti.

Per eventuali chiarimenti contattare direttamente il servizio di supporto tecnico.

a.innocenti@deltaphi.it

Lascia un commento

Archiviato in acquisizioni It, Antivirus, applicazioni salva vita, cig, Codice Identificativo di Gara, Codice Identificativo di Gara (CIG), Codice Unico di Progetto (CUP), Codifica, Crisi economica, Economia, Eventi, google, google world, Grandi personaggi del mondo IT, IBM, microsoft, Microsoft Vista, milano expo 2015, Non Conventional Marketing, nuovi media, Office 2010, office 365

A volte ritornano……Spesometro addio ma …


Abbiamo fatto una fatica tremenda, sia noi che sviluppiamo il software che i clienti che hanno dovuto ottemperare ad una nuova normativa, ma come sempre non è servito a nulla. Sto parlando dello spesometro, questa norma che dopo un rinvio era entrata in vigore ed ora è già morta !!!

Invece ritorna il famoso “allegato clienti fornitori” e solo per ricordare queste sono le tappe:
– soppresso nel 1994
– reintrodotto nel 2006
– risoppresso nel 2008
– reintrodotto (forse) 2012

A breve un decreto legge sulla semplificazione fiscale ci dirà se queste indiscrezioni saranno veritiere….

a.innocenti@deltaphi.it

Lascia un commento

Archiviato in acquisizioni It, Antivirus, applicazioni salva vita, Codice Identificativo di Gara (CIG), Codice Unico di Progetto (CUP), Codifica, conoscenza, ecommerce, Economia, Microsoft Vista, milano expo 2015, nuovi media, Office 2010, office 365, politecnico di Milnao, preparare l'impresa, privacy

Spesometro: proroga dei termini di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA


Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 186218/2011 del 21 dicembre 2011, viene fissato al 31 gennaio 2012 il nuovo termine per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA riferita al periodo d’imposta 2010.

– Riferimenti Provvedimento n. 186218/2011:

Alla prossima e Auguri di Buone Feste a tutti.

Lascia un commento

Archiviato in Antivirus, AVG, certificazione, cig, Codice Identificativo di Gara, Codice Identificativo di Gara (CIG), Codice Unico di Progetto (CUP), Codifica, Crisi economica, cybercriminalità, Economia, Eventi, IBM, Microsoft Vista, milano expo 2015, Non Conventional Marketing, nuovi media, Office 2010, office 365

Rinviata la PEC ?


La solita circolare dell’ultimo minuto ci fa capire che abbiamo corso tanto, quasi per nulla…
Infatti le Camere di Commercio hanno ricevuto la comunicazione che invita a NON applicare le sanzioni, almeno per un mese, per tutte quelle aziende che non sono ancora pronte.
Il tutto nasce della difficoltà dei gestori della Pec a rispondere ad un flusso di richieste concentrato, come sempre, all’ultimo momento.
Non ci scordiamo comunque che molte aziende non hanno ancora preso in considerazione questa normativa.
Quindi abbiamo ancora del lavoro da fare..

a.innocenti@deltaphi.it

Lascia un commento

Archiviato in Antivirus, Basilea 2, business intelligence, casi di successo, Codice Identificativo di Gara, Codice Identificativo di Gara (CIG), Codice Unico di Progetto (CUP), Codifica, ecommerce, Economia, firefox, Forum, google, google world, iva 21, Microhoo, Non Conventional Marketing, nuovi media, Office 2010, privacy, pubblicità, SIGLA Ultimate, web, xml, youtube (video è bello)

Crisi e disoccupazione giovanile eppure…..


L’allarme generale (ormai cronico) di crisi economica al quale viene collegato il problema della disoccupazione
e soprattutto quella di tipo giovanile, è poco rassicurante.

La disoccupazione giovanile non è mai stata così elevata da oltre dieci anni.

In Italia soprattutto i giovani non possono, per lo meno per il momento aspirare al posto “SICURO” a vita.

L’unica speranza è il precariato a VITA. Si sussegue un’ampia gamma di forme di lavoro precario, in particolare il lavoro part-time, il lavoro a tempo determinato, il lavoro temporaneo tramite agenzia, il lavoro a zero ore, il lavoro su chiamata e forme non subordinate di lavoro che comportano una certa forma di dipendenza economica.

Eppure c’è anche una controtendenza: l’intuizione di Instant per Youtube (preceduta da Google) ha permesso ad un giovane studente di ricevere la sua prima interessante proposta di lavoro in tempo reale.

Quindi forza e coraggio, soprattutto voi giovani talentuosi del software, che amate esprimere la vostra creatività e desiderate farvi conoscere…..prima o poi il lavoro arriva (speriamo per lo meno un colloquio!).

Lascia un commento

Archiviato in Crisi economica, Disoccupazione, Economia, google, informazione, innovation technology, it, nuovi media, preparare l'impresa, Software gestionali, youtube (video è bello)

Pubblicità: il Web sta crescendo…..


Oramai non ci ricordiamo neanche più le nostre facce ed i nostri gridi di stupore quando la televisione a colori
a fatto il suo ingresso nelle nostre case….tutto un altro mondo.
La pubblicità scorreva, scorre e forse continuerà a scorrere sugli schermi Display Advertising: colori, musiche…slogan tormentoni divenuti consuetuni, fino ad arrivare alle “STAR”. Calciatori, veline, attori….diventati i promotori di cibo, abbigliamento, auto. I brand vengono memorizzati con il volto del personaggio dei gossip.

La vecchia reclame è entrata nella nostra vita attraverso lo schermo televisivo.
Oggi le sue percentuali di crescita sono stabili rispetto a quello della pubblicità on line.
E’ vero il web è il nuovo media per vendere, per informare, per far conoscere e per conoscersi.

Image and video hosting by TinyPic

L’advertising online viene sviluppata con strumenti come le mail, sms a cellulari, quindi il mobile adverting seguendo l’onda del successo di iPhone e Smartphone aumenterà progressivamente il suo impatto su tutti i segmenti dei media mentre la trasformazione digitale continua a espandersi e a intensificarsi”.

L’incerto quadro economico non ha rallentato il ritmo del cambiamento mediatico.
Al centro di questa progressione ci sono l’utente-consumatore e l’accresciuta possibilità di impiego del web considerando le varie fasce di età. Non dimentichiamoci del ramo dei social network che stanno ipnotizzando le nostre menti.

Le grandi aziende di advertising hanno l’obiettivo di tracciare la potenziale audience pubblicitaria misurando il “rumore” che suscitano determinati brand all’interno di Facebook, per esempio.

Lascia un commento

Archiviato in google, informazione, innovation technology, iphone, nuovi media, pubblicità, social network, Uncategorized, web 2.0

Attacco alla Privacy dal Triciclo


La Google Car è stata parcheggiata in un autorimessaggio ed è stato attivato il Google Tricicle.

La car di Google per fare fotografie a 360 gradi all’altezza della strada ha già causato un numero elevato di divorzi.
Pensiamo che in Gran Bretagna è guerra aperta a questo “intruso”. Quindi non è bastato che Google Street View sia dovuta venire a patti con le normative Ue sulla privacy: in Europa le immaginni vengono offuscate targhe e oscurati volti.

Sicuramente è interessante stare seduti alla propria scrivania ed osservare cosa accade in un’altra città in formato 3D, attraverso un pc. In tutti i paesi in cui è uscito, Google Street View ha sollevato malumori di moralisti e benpensanti.

La privacy è messa a repentaglio.

E lo sarà ancor più quando  incontreremo lungo la strada un triciclo guidato da un signore in maglia rossa con tanto di scritta Google.
Google ha presentato il suo mezzo di trasporto per fotografare strade e vicoli impervi, per catturare angoli caratteristici e nascosti delle città: un triciclo hi-tech. Una normale bicicletta nella parte anteriore, un complesso sistema di ripresa ed archiviazione immagini nella parte posteriore: questo particolare triciclo permetterà a Google di portare gli obiettivi anche dove la leggendaria Google Car non può arrivare.

 Nei prossimi giorni proprio nei carrugi di Genova farà il suo esordio, e anche noi potremo andara a curiosare  negli angoli più particolari della nostra città, sperando però di non fare incontri inaspettati.

Possiamo vedere in antemprima già alcuni scatti relativi al triciclo di Google su Flickr.

Image and video hosting by TinyPic

Lascia un commento

Archiviato in google, google world, nuovi media, privacy

L’INNOVAZIONE IT NELLE IMPRESE ITALIANE


Image and video hosting by TinyPic

Un piccolo slancio per la speranza della ripresa economica può essere confermato a pieno dalla voglia
di innovazione tecnologica del Made in Italy.
Infatti alla chiusura del terzo bando nell’ambito del Programma di innovazione Industria 2015 è stata registrata un’alta partecipazione con ben 429 progetti sono stati presentati da oltre 3000 imprese e 1000 centri di ricerca.

Nelle ultime indagine è emerso un cambio di strategie delle imprese, in particolare delle PMI (www.pmi.it), impegnate
negli investimenti in nuove tecnologie per crescere e competere sul mercato.
I progetti presentati hanno quindi portato alla creazione di ampi partenariati tra imprese e centri di ricerca e alla creazione di nuove filiere produttive che mettono insieme settori molto diversi tra loro.

Naturalmente dobbiamo trovare anche gli aiuti finanziari per sostenere i progetti del Made in Italy. Quanti e Quali?

Lascia un commento

Archiviato in applicazioni salva vita, e-book, ecommerce, innovation technology, nuovi media, pensare l'IT sociologicamente, permission marketing, politecnico di Milnao, preparare l'impresa, search engine marketing, tecnopatologie

Il consumatore 2.0? sa tutto, legge tutto, non tentare di fregarlo


 

Nella prima metà del XX seco molti sociologi si trovarono d’accordo nel sostenere la Teoria dell’ago ipodermico (dall’inglese The Magic Bullet Theory ), secondo la quale i mass media sono potenti strumenti persuasivi che agiscono direttamente su di una massa passiva e inerte.
In pratica, il messaggio sparato dal medium viene iniettato direttamente nel cervello del ricevente, il quale ha un ruolo del tutto passivo.
MITTENTE–>MESSAGGIO–>DESTINATARIO, that’s all.

HOMER (Simpson), dunque, DOCET ?

Image and video hosting by TinyPic

No.

Ora, il discorso è un tantino delicato e detto così si sacrificano secoli di studi sull’effetto dell’esposizione ai media, tonnellate di libri e termini cari a professoroni e affiliati della materia che vengono coniati e modificati con la modalità “un tanto al chilo” (la moltitudine delle definizioni non è direttamente proporzionale alla longevità, nel mondo sociologico).

Più semplicemente, scremo l’argomento e convergo nell’ottica che a noi più interessa, quella business oriented. (agisco con il KISS, Keep It Simple & Stupid, una delle regole auree del web, zan zan)

Dicevo: Homer docet? Il cliente si beve tutto quello che gli dai? È consapevole o ci sono escamotage di bassa lega che ancora funzionano?

La risposta, che ve la dico a fare, è quella scritta 10 righe sopra: NO.

Proprio per questo, L’’IBM Institute For Business Value ha pubblicato (dicembre 2007) un rapporto che identifica i nuovi soggetti economici, diversi da quelli tradizionalmente conosciuti.
Il rapporto, condotto su un campione di 16.900 consumatori nel corso dell’intero 2007, sottolineava come proprio nell’anno 2008 la categoria dell‘Omni Consumer (ovvero Onnipotente, che ha la facoltà e la capacità di filtrare i messaggi e le informazioni che riceve; Onnipresente, in quanto effettua i propri acquisti attraverso un numero sempre maggiore e diverso di canali; Onnivoro più che mai aperto all’acquisto di una vasta gamma di prodotti; Omnifarious, ovvero che non si accontenta di belle confezioni e descrizioni) avrebbe trovato definitiva consacrazione.
La ricerca svolta dalla casa di Armonk ha identificato le modalità secondo le quali i processi di acquisto da parte dei consumatori si sono modificati.

– La disponibilità di informazioni sulle pagine web e nei siti di social networking
– acquisto online (incremento del 50%!)
– servizi alla persona (vedi chiostri multimediali, informazioni a gogo, metodi di tracciabilità efficienti
Questo Omni Consumer, alla fine della fiera, non lo freghi. Sa tutto. Attenzione dunque, informarsi viene prima di tutto

per approfondire

Lascia un commento

Archiviato in IBM, it, nuovi media, pensare l'IT sociologicamente, social network, ultra tech, web 2.0