Supporto tecnico SIGLA: comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA – allegati clienti/fornitori


Visto il crescente numero di telefonate e mail che abbiamo ricevuto sull’argomento riteniamo opportuno effettuare alcune precisazioni.

Sebbene nei mesi scorsi siano apparsi numerosi articoli sui quotidiani e le riviste specializzate che anticipavano le tanto richieste semplificazioni alla comunicazione in oggetto, ad oggi l’Agenzia delle Entrate non ha ancora pubblicato alcuna circolare che stabilisca le nuove specifiche.

Per quanto riguarda le operazioni effettuate a partire dal 1 gennaio 2012, pertanto, si deve fare riferimento a quanto già pubblicato dall’Agenzia stessa:

<<Per le operazioni effettuate dal 1 gennaio 2012 l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate riguarda tutte le operazioni IVA rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto.

I contribuenti interessati sono i soggetti passivi IVA che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi nel territorio dello Stato.

L’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto per le quali è previsto l’obbligo di emissione della fattura è assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, dell’importo di tutte le operazioni attive e passive effettuate.

Per le operazioni per le quali non è previsto l’obbligo di emissione della fattura la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore ad euro 3.600, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto.

Sono escluse dall’obbligo di comunicazione:
– le importazioni
– le esportazioni
– le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi cosiddetti black list
– le operazioni già comunicate all’Anagrafe tributaria (per esempio, fornitura di energia elettrica, servizi di telefonia, contratti di assicurazione, eccetera).>>

Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it/

Dal punto di vista delle procedure previste nei ns. applicativi è sufficiente inserire le soglie indicate dall’Agenzia delle Entrate per l’anno 2012 (0 per le fatture e 3600 per i corrispettivi). L’eliminazione della soglia dei 3000 E. per le fatture ha come ulteriore effetto semplificativo il venir meno della necessità di collegare tra loro le fatture relative allo stesso “contratto”.

Concludiamo ricordando che la vecchia procedura di gestione degli allegati clienti e fornitori, tuttora presente nei ns. applicativi, si basa sulla vecchia normativa ormai abrogata e non deve essere più utilizzata. Quando l’Agenzia delle Entrate pubblicherà le nuove specifiche tecniche per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA questa funzione potrà essere eventualmente adeguata per riutilizzarla oppure, se non compatibile, sarà eliminata.

Per ulteriori dettagli è possibile consultare l’apposita scheda informativa nel sito dell’Agenzia delle Entrate:
http://www.agenziaentrate.gov.it

Non appena saranno disponibili chiarimenti ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, ci attiveremo prontamente per informarVi e per eseguire gli eventuali aggiornamenti software che dovessero rendersi necessari per adeguare le ns. procedure.

Per eventuali chiarimenti contattare direttamente il servizio di supporto tecnico.

a.innocenti@deltaphi.it

Lascia un commento

Archiviato in sigla

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...