Cambia anche il mondo dell’antivirus….ed è guerra!


Nome in codice di “Morro”, programma “stand alone” con funzionalità di scansione e protezione in tempo reale  “on demand”, ecco a voi Security Essentials, il nuovo software di sicurezza mde in Redmond…insomma made Microsoft.

Image and video hosting by TinyPic

Microsoft Security Essentials fornisce protezione in tempo reale per il PC di casa contro virus, spyware e altri software dannosi.

Il programma, compatibile con Windows XP, Windows Vista e Windows 7 (è una condizione necessaria possedere una copia originale del s.o.), mira a riconquistare il favore degli utenti dopo lo scarso interesse destato, in passato, da “Live OneCare” (che è stato sonoramente bocciato dagli esperti del settore e anche dagli utenti).
È possibile scaricare Microsoft Security Essentials “gratuitamente” dal sito Microsoft. Questo software è semplice da installare, facile da utilizzare, con prestazioni non invasive ed è sempre aggiornato per garantire la protezione del PC mediante le tecnologie più recenti.
E’ facile capire se il PC è protetto, in quanto è sufficiente verificare che l’icona sia verde.

Semplice, no????

Il software viene eseguito in background, in modo silenzioso ed efficiente, per consentire agli utenti di continuare a usare il PC Windows nel modo desiderato senza interruzioni o lunghi tempi di attesa (per questo si dice che non è invasivo, quando invece spesso per continuare a lavorare dobbiamo disattivare l’antivirus).

Le funzionalità di Microsoft Security Essentials possono essere così riassunte:

  • la protezione realtime
  • l’esecuzione di ricerche di malware a tempi definiti
  • l’esecuzione di ricerche di malware avviate manualmente
  • l’aggiornamento automatico delle signature

Il prodotto non è però una alternativa ai tradizionali antivirus: per stessa definizione di Microsoft, MSE è un elemento “basic” privo delle molte velleità che arricchiscono i servizi di prodotti McAfee, Symantec o altri ancora. La New Entry è un prodotto disponibile con un download, non necessità di un cd di installazione, ma soprattutto è etichettato Microsoft.

Image and video hosting by TinyPic

I commetti possono essere riassunti nel fatto che il lancio di MSE è una mossa strategica di Microsoft, per spianare la strada anche a Windows 7.

Symantec sostiene che  lo strumento di sicurezza  di Remond  non sia all’altezza della situazione, di fronte allo scenario delle minacce online che sta nettamente cambiato di volta in volta, offre una protezione ridotta in questa fase di lotta alla cybercriminalità.
AVG non guarda tanto alla qualità del prodotto (“una protezione gratuita è certamente meglio di niente“), ma pone la questione del rischio di azioni anti-competitive, perchè Microsoft ha molto peso sul mercato. Pertanto se la diffusione di MSE può essere rapida, i suoi punti deboli rendono gli utenti vulnerabili.

Siamo quindi davvero preparati al terremoto nell’industria degli ANTIVIRUS?

Lascia un commento

Archiviato in Antivirus, AVG, cybercriminalità, McAfee, microsoft, Seven, Symantec, Trend Micro, Windows

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...