Microsoft nella nuvola ….


L’ultima frontiera della Microsoft sembra orientarsi verso il CLOUD COMPUTING.
Dopo l’annuncio al Developers Forum, anche il capo della divisione Business in Microsoft, ha dichiarato che è pronta l’offerta dei propri software online.
L’acronimo è Bpos, Business Productivity Online Services, una suite on line che comprende:
 Exchange 2007 Online, Sharepoint Online, Office Live Meeting, Office Communications Online, Exchange Hosted Services.
Qui la demo in inglese dal sito Microsoft    http://www.microsoft.com/online/demo/v2/demo.aspx
Ma non è finita qui…..
Nell’ultima PDC di Ottobre a Los Angeles , Ray Ozzie, MS C.S.A.,  ha annunciato  Windows Azure e Azure Service Platform.
• Windows Azure: è il kernel di una nuova piattoforma Microsoft, che implementa un sistema operativo “on the cloud”. Windows Azure offre servizi per lo sviluppo, per l’hosting e la gestione delle applicazioni che vi gireranno. Il kernel, quindi, di un sistema operativo pensato per il “cloud”, pensato per operare e scalare su Internet.
• Windows Azure offre le funzionalità di basso-livello di questo sistema operativo, come hosting, sicurezza, storage, elaborazione che sfrutta in modo nativo tecniche e hardware per la virtualizzazione ed infine un sistema di networking.
• Un aspetto importante per gli sviluppatori .NET è che gli skill per sviluppare per Windows Azure, sono gli stessi che oggi usiamo per sviluppare in C#, Visual Basic.NET e C++. Una demo interessante fatta da Steve Marks ha mostato un SDK per Visual Studio, che consente di realizare un’applicazione che poi possa essere gestita e usata dai nuovi servizi on the cloud. Ai partecipanti alla PDC è stato consegnato del software in anteprima per provare Windows Azure e Azure Live Service.
• Azure Live Service è una piattaforma che si appoggia su Windows Azure e che ne sfrutta i servizi di basso livello offrendone di nuovi e di più alto livello.
• Tra i servizi che useranno Windows Azure:
o Microsoft SQL Services: pensiamo alle funzionalità classiche di SQL Sever ma esposte “in the cloud”: Storage, Reporting, etc
o Microsoft .NET Service: i classici serzi del framework ma su internet: controllo degli acessi, WorkFlow etc.
o Live Service
o Microsoft SharePoint Services eMicrosoft Dynamics CRM Services
• Azure è una piattatforma aperta: si può interagire da piattaforme diverse usando approcci e protocolli comuni a tutta la comunità degli sviluppatori: REST, WS-* e AtomPub.

Image and video hosting by TinyPic

Fonte : http://blogs.msdn.com/italy/archive/2008/10/27/pdc-windows-azure.aspx
Link:
http://www.microsoft.com/azure/default.mspx
http://www.microsoft.com/presspass/press/2008/oct08/10-27PDCDay1PR.mspx

Voi cosa ne pensate ? Sarà il business del futuro ?
Sicuramente quando Microsoft si muove non lo fa per caso……

Lascia un commento

Archiviato in google, microsoft

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...