Archivi del giorno: dicembre 15, 2008

Microsoft nella nuvola ….


L’ultima frontiera della Microsoft sembra orientarsi verso il CLOUD COMPUTING.
Dopo l’annuncio al Developers Forum, anche il capo della divisione Business in Microsoft, ha dichiarato che è pronta l’offerta dei propri software online.
L’acronimo è Bpos, Business Productivity Online Services, una suite on line che comprende:
 Exchange 2007 Online, Sharepoint Online, Office Live Meeting, Office Communications Online, Exchange Hosted Services.
Qui la demo in inglese dal sito Microsoft    http://www.microsoft.com/online/demo/v2/demo.aspx
Ma non è finita qui…..
Nell’ultima PDC di Ottobre a Los Angeles , Ray Ozzie, MS C.S.A.,  ha annunciato  Windows Azure e Azure Service Platform.
• Windows Azure: è il kernel di una nuova piattoforma Microsoft, che implementa un sistema operativo “on the cloud”. Windows Azure offre servizi per lo sviluppo, per l’hosting e la gestione delle applicazioni che vi gireranno. Il kernel, quindi, di un sistema operativo pensato per il “cloud”, pensato per operare e scalare su Internet.
• Windows Azure offre le funzionalità di basso-livello di questo sistema operativo, come hosting, sicurezza, storage, elaborazione che sfrutta in modo nativo tecniche e hardware per la virtualizzazione ed infine un sistema di networking.
• Un aspetto importante per gli sviluppatori .NET è che gli skill per sviluppare per Windows Azure, sono gli stessi che oggi usiamo per sviluppare in C#, Visual Basic.NET e C++. Una demo interessante fatta da Steve Marks ha mostato un SDK per Visual Studio, che consente di realizare un’applicazione che poi possa essere gestita e usata dai nuovi servizi on the cloud. Ai partecipanti alla PDC è stato consegnato del software in anteprima per provare Windows Azure e Azure Live Service.
• Azure Live Service è una piattaforma che si appoggia su Windows Azure e che ne sfrutta i servizi di basso livello offrendone di nuovi e di più alto livello.
• Tra i servizi che useranno Windows Azure:
o Microsoft SQL Services: pensiamo alle funzionalità classiche di SQL Sever ma esposte “in the cloud”: Storage, Reporting, etc
o Microsoft .NET Service: i classici serzi del framework ma su internet: controllo degli acessi, WorkFlow etc.
o Live Service
o Microsoft SharePoint Services eMicrosoft Dynamics CRM Services
• Azure è una piattatforma aperta: si può interagire da piattaforme diverse usando approcci e protocolli comuni a tutta la comunità degli sviluppatori: REST, WS-* e AtomPub.

Image and video hosting by TinyPic

Fonte : http://blogs.msdn.com/italy/archive/2008/10/27/pdc-windows-azure.aspx
Link:
http://www.microsoft.com/azure/default.mspx
http://www.microsoft.com/presspass/press/2008/oct08/10-27PDCDay1PR.mspx

Voi cosa ne pensate ? Sarà il business del futuro ?
Sicuramente quando Microsoft si muove non lo fa per caso……

Lascia un commento

Archiviato in google, microsoft