Il dominio è mio e me lo scelgo io


È vero che gli indirizzi stanno finendo, ma la notizia fa di per sé un po’ pensare. Genera confusione mentale, anche a me che fomento novità e modi di comunicare sempre diversi.

Giovedì l’Icann, la società che assegna nomi e numeri identificativi sul web, decidera’ se modificare le ferree regole che attualmente ci sono sui domini, attualmente limitati a singoli paesi, come .uk (Gran Bretagna) o .it (Italia), al commercio come .com, e alle organizzazioni istituzionali, come .net o .org. Ogni persona fisica potrà registrare un dominio sulla base del proprio nome, mentre le compagnie potranno registrare facilmente indirizzi legati al contenuto del settore in cui operano.

Scene come queste non avverranno più, ecco tutto.

Messa così, potrebbe trattarsi di una delle più grandi trasformazioni della rete negli ultimi anni. A partire dal 2009, 1,3 miliardi di internauti potrebbero essere liberi di dare il nome che più li aggrada all’estensione del loro sito. Le grandi città e i grandi gruppi economici avranno una loro sigla…tutti avranno nome e cognome…i siti porno si prnederanno finalmente l’xxx…finiremo tutti pazzi e nevrotici perché incapaci anche solo di ricordare un minuscolo indirizzo. rete che verrà sarà poliglotta e personalizzata fino all’inverosimile. Ci saranno anche cirillico e cinese.
Bene bene bene. Attendiamo giovedì va

via Repubblica

Lascia un commento

Archiviato in ultra tech, web 2.0

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...