Tutti pazzi per il web (parte 2)


Tempo fa, parlando di web 2.0, ci eravamo lasciati chiedendoci quanto i guinzagli tecnologici ci cambiano la vita. La risposta non è dietro l’angolo, né lineare. Credo però che si possa tracciare una sorta di punto di vista critico dal quale partire.

Nel 1995 un grandissimo informatico, Nicholas Negroponte, scrisse un libro affascinante quanto lungimirante. Il titolo, “essere digitali” (being digital in originale), mostrava un futuro al tempo piuttosto androide; si iniziava col definire il bit come la parte più piccola dell’informazione digitale, così come l’atomo lo è per la materia. Questo il punto di partenza per discorsi futuribili, interfacce amiche, email, tostapane e frigo che collaborano per la colazione ideale, come maggiordomi virtuali, computer portatili grossi come un a noce.

È praticamente avvenuto ciò che Negroponte aveva diagnosticato, togliendo le immagini più Huxleyane.  Soprattutto, oltre alla tecnologia che ha fatto di per sé metamorfosi allucinanti, dobbiamo fare i conti col nuovo modo di fare socialità.

Sto parlando dei famigerati “social networks.

 E cos’è un social network, lo spiega bene questo video

www.myspace.com

 www.facebook.com

Sono i due principali leader del settore. Si fanno guerra fra loro, sono molto differenti come attività e configurazioni. Uno, myspace, permette di personalizzare completamente la propria pagina, mettendoci su foto, canzoni, descrizioni della propria personalità. L’altro, facebook, è decisamente meno creativo e customizzabile, sicuramente più discreto.

Ce ne sono moooooolti altri. Vedi twitter

Twitter  è considerato il maggiore social network per quanto riguarda il microblogging, ovvero quel modo di comunicare attraverso pochissimi caratteri, quelli di un normale sms.                                                              

clicca sui loghi per accedere alle homepage                       
 Image and video hosting by TinyPic                              
Image and video hosting by TinyPic                              
 Image and video hosting by TinyPic                             
Image and video hosting by TinyPic     
  Image and video hosting by TinyPic                 
Image and video hosting by TinyPic                                    
Image and video hosting by TinyPic     
Image and video hosting by TinyPic                   
Image and video hosting by TinyPic
Ci sono poi alcuni network dedicati unicamente al raggruppamento di contatti lavorativi, come l’internazionale linkedin.com e l’italiano neurona
                         
Image and video hosting by TinyPic                                      

Image and video hosting by TinyPic        

           
   Ed è questa la parte del discorso che più ci interessa. Attraverso il concetto della rete amicale, possono venire fuori importanti opportunità di lavoro. Visualizzando il tuo profilo, un utente può decidere di contattarti, permettendoti di allargare la tua cerchia di conoscenze, il tuo business. Per inciso, tutti i social network sfruttano questa opportunità; questi ultimi due lo fanno in maniera professionale, senza fronzoli tipici di molti altri. Dategli un’occhiata…allargare la propria rete di conoscenze è più facile adesso! Thank you web 2.0!

1 Commento

Archiviato in preparare l'impresa, social network, web 2.0

Una risposta a “Tutti pazzi per il web (parte 2)

  1. molto interessante questo argomento…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...